laprovinciadelsulcis.com

Sport

Olimpiadi (troppo) invernali, stravolto il programma dello sci

Share
Olimpiadi invernali, ecco l'atleta pagato in bitcoin

Giornata complicata per Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer. Sempre il 15 febbraio si recupererà anche il Gigante femminile, anch'esso rinviato per troppo vento. Incertezze che hanno impedito alle italiane di risalire la classifica, rimbalzando indietro all'undicesimo e quindicesimo posto. L'altra azzurra Nicole Gontier è più lontana: quarantottesima con 7 imprecisioni al poligono.

In mattinata, la statunitense Jamie Anderson ha vinto l'oro nello snowboard, specialità "slopestyle", davanti alla canadese Laurie Blouin e alla finlandese Enni Rukajarvi. Oro per la tedesca Laura Dahlmeier (al secondo titolo olimpico dopo quello dello sprint) davanti alla slovacca Kuzmina e alla francese Bescond. Di grande interesse anche le gare di bob, short track, sci di fondo e biathlon; per continuare con il salto con gli sci, il curling, la combinata nordica, lo speed skating e lo skeleton. Ovvero centinaia di persone che si spostano. Tre di loro sono salite almeno una volta sul podio in gigante, una (Bassino) quest'anno ci è riuscita solo in combinata. I tedeschi si erano imposti anche nella seconda discesa, mentre oggi hanno fermato il cronometro prima sul 46.045, poi sul 46.220. Scivola al 4° posto la Hüfner. "Per un discesista che ama fare slalom su questa pista era impossibile". Francesca Bettrone si piazza invece 25/a, in una gara vinta dall'olandese Wust davanti alla giapponese Takagi e all'australiana Leenstra.

E' stata un'altra notte ricca di emozioni.

Se ne deduce che tali responsabili siano stati già individuati. Stesso risultato, ma con aspettative diverse, per Carolina Kostner: l'altoatesina non brilla e, complice qualche sbavatura, finisce ai piedi della top 3. Quarto posto anche per Anna Cappellini e Luca Lanotte nel libero di coppie danza con 107.00 (52.70 elementi tecnici e 54.30 per le componenti).

Share