laprovinciadelsulcis.com

Intrattenimento

Francesca Cipriani lascerà l'Isola dei Famosi? Ecco il motivo

Share
Isola dei famosi, nuova eliminazione: Francesca Cipriani dovrà abbandonare il programma?

Come ben ricorderete, l'ex Pupa Francesca Cipriani ha partecipato in svariate occasioni alle famose cene di Arcore, nella dimora di Silvio Berlusconi.

La Cipriani per questo motivo sarà chiamata a testimoniare il prossimo 26 marzo a Milano, tanto che la sua presenza è già in forse. Tanto meno si può attivare un'improbabile rogatoria internazionale per ascoltarla come testimone.

I pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio hanno così giustificato il loro rifiuto: "Si dovrà attendere il 26 Marzo per sapere come andrà a finire una delle prime tappe giudiziarie del caso Ruby ter".

Rigato, ballerina in programmi tv, anche lei presente alle serate di Villa San Martino e indagata in un altro fascicolo ancora aperto per tentata estorsione nei confronti di Berlusconi (gli atti dovrebbero essere trasferiti a Monza), ha chiesto l'abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena.

Le novità sui protagonisti della tredicesima edizione del reality in riva al mare, rivelano che tira aria di tempesta per Francesca Cipriana, la biondissima che ha dichiarato di essere stata vittima dei bulli, tanto da aver ricorso alla chirurgia estetica per migliorare il suo aspetto. "Francesca Cipriani, ex ospite delle serate ad Arcore e coinvolta nel processo, sta partecipando all'Isola dei Famosi e, dunque, non si può aspettare il suo rientro in Italia o fare una rogatoria internazionale per sentirla come testimone".

Tornando all'Isola è evidente come, nonostante tutto, questa si stia rivelando una buona esperienza per lei, sia personalmente che rapportandola agli altri naufraghi.

Una richiesta differente rispetto a quelle inoltrate dalle altre giovani signorine dello star system, pagate dall'ex premier per dire il falso nel processo Ruby.

Nel caso l'istanza venisse accolta dal gup (l'imputata potrebbe anche chiedere e ottenere, semmai, l'abbreviato 'semplice', non condizionato a deposizioni) si arriverebbe in tempi rapidi ad una prima sentenza sul caso Ruby ter. Al centro del caso Ruby in udienza preliminare, vi sono i profumatissimi versamenti di denaro più recenti di Berlusconi per comprare il silenzio delle signorine Aris Espinosa, Elisa Toti, Miriam Loddo e alla stessa Rigato.

Oggi la difesa dell'ex Cavaliere, tuttavia, ha chiesto al gup che venga dichiarata la nullità di parte delle carte che devono tornare a Monza e Treviso. I pm si sono opposti evidenziando anche un "paradosso": nel procedimento Ruby ter a Torino, infatti, la stessa difesa di Berlusconi ha chiesto che gli atti tornino di nuovo a Milano.

Share