laprovinciadelsulcis.com

Intrattenimento

Fausto Brizzi, nuove denunce ma il legale smentisce

Share
Molestie “nessuna iscrizione in Procura a carico di Brizzi”

La procura di Roma indaga per violenza sessuale, e non più per molestie, nell'ambito dell'inchiesta che vede coinvolto il noto regista cinematografico Fausto Brizzi, accusato da tre attrici di aver abusato di loro. E sembra essere proprio questo il caso dell'ultima querela arrivata ai magistrati romani.

La terza donna avrebbe denunciato violenze sessuale che sarebbero avvenute da agosto ai primi di novembre. Intanto ieri sera, parlando al comitato elettorale, il candidato premier M5S ha sostenuto che la vicenda 'rimborsopoli' "sarà un boomerang per tutti i partiti che ci stanno attaccando perché ora per i cittadini è chiaro che noi abbiamo restituito 23 milioni di euro mentre gli altri si sono intascati fino all'ultimo centesimo".

Secondo la legge italiana, infatti, non si può procedere se la denuncia viene fatta più di sei mesi dopo l'accaduto come, invece, avrebbero fatto due delle tre accusatrici. In quel caso, se l'accusa di violenza fosse confermata, Brizzi potrebbe dover affrontare un processo. Il regista si è sempre dichiarato estraneo alle accuse a lui mosse e ha ridito più volte di aver avuto sempre rapporti consenzienti. Le ragazze, spiegava Giarrusso, "non si conoscono tra loro".

"Brizzi ad oggi non è iscritto sul registro degli indagati", ha detto a La Stampa il legale dell'uomo, l'avvocato Antonio Marino che poi ha ribadito: "In relazione alla notizia pubblicata su alcuni quotidiani nazionali riguardante il signor Fausto Brizzi - ha scritto in una nota veicolata alle agenzie di stampa l'avvocato del regista, Antonio Marino - rappresento che ad oggi, anche a seguito di una verifica effettuata nel corso della mattinata odierna, non risultano iscrizioni a suo carico presso la procura di Roma".

Share