laprovinciadelsulcis.com

Affari

Caso Maelys, il sospettato confessa l'omicidio della bimba

Share
Bimba scomparsa: trovato il corpo senza vita

La bambina era scomparsa l'estate scorsa mentre partecipava a una festa di matrimonio insieme alla sua famiglia. Lelandais non ha voluto però fornire altri dettagli sull'omicidio: movente e dinamica del delitto restano ancora un mistero.

L'uomo di 34 anni è stato preso in consegna dalla sua cella di Saint-Quentin-Fallavier, nel dipartimento dell'Isère, poco prima delle otto del 14 febbraio. Il sospetto ha chiesto di potersi esprimere in presenza del suo avvocato e dei giudici incaricati dell'inchiesta.

Maelys, ritrovato il corpo della bimba scomparsa. L'uomo non avrebbe precisato le circostanze del dramma, ma indicato il luogo in cui ha sepolto il corpo della piccola. Del militare è stato ritrovato soltanto il cranio lo scorso settembre a Montmelian, a 15 km da Chambery, al confine con l'Italia. Dopo mesi passati a negare ogni coinvolgimento, Lelandais ha cominciato oggi a cooperare con gli inquirenti dicendosi responsabile per la tragica scomparsa della bimba di 9 anni a fine agosto.

Durante questi mesi di angoscia da parte dei genitori, le prove contro l'indiziato, si sono accumulate, comprese alcune tracce del dna di Maelys trovate nella sua auto e l'immagini di una videocamera di sorvegianza che ha ripreso la vettura con a bordo una figura vestista di bianco.

"Abbiamo ritrovato i resti del corpo della bambina": è quanto ha annunciato il procuratore di Grenoble, Jean-Yves Coquillat, dopo la confessione shock del 30enne Nordahl Lelandais, il principale sospettato nell'inchiesta sulla scomparsa della piccola Maëlys, rapita durante un matrimonio ad agosto. Maëlys era sepolta in un luogo di montagna, nel massiccio della Chartreuse.

Share