laprovinciadelsulcis.com

Sport

Capello: 'Allegri mi assomiglia. Su Dybala e il Var...'

Share

Una vita in Europa prima di trasferirsi al Jiangsu Suning di Zhang Jindong, proprietario oltre che del gruppo Suning, anche dell'Inter. Il Napoli gioca bene, ma belli si è in tanti.

Fabio Capello parla in esclusiva a Tuttosport e svela i segreti dei successi della Juventus: "Ha l'abitudine al successo, la mentalità da grande squadre e una rosa di qualità". E' abile a cambiare in base alla partita e pure all'interno dei 90 minuti. Varia l'assetto della sua Juve a seconda dei giocatori che ha a disposizione e che intende schierare.

Allegri, a cui spesso viene imputato un gioco meno brillante rispetto a quello del Napoli di Sarri, sostiene che sia più facile essere belli che vincenti: "E' molto più semplice, essere belli!" Vero è che bisognerà capire poi nei dettagli come potrebbe essere attuata tale proposta, ma di sicuro rappresenterebbe un importante punto di partenza, al fine di apportare le giuste migliorie al Var, tanto desiderato ma troppo presto criticato e mal voluto, diventando così un grosso peso per tutti.

Ne sa una più del Diavolo, Fabio Capello.

Nelle ultime settimane sono ritornate le polemiche da moviola, nonostante il Var. Capello ha un'idea sua a riguardo e la lancia: "Giudicano sempre gli arbitri. Per migliorare l'utilizzo della tecnologia metterei un allenatore accanto all'addetto al VAR, darebbe una visione più completa".

La trattativa tra Jiangsu e Inter per Ramires? "Gli arbitri sono un mondo a parte, penso che affiancandogli un tecnico con esperienza in panchina si otterrebbero ulteriori progressi". Un rimpianto nella mia carriera?

Share