laprovinciadelsulcis.com

Sport

Cairo al veleno con Mihajlovic: "L'avevo già salvato con la Fiorentina"

Share
Urbano Cairo

Non vuole conoscere ragioni: le parole di Sinisa Mihajlovic, rammaricato per non aver sentito il presidente del Torino nella notte che ha portato al suo esonero, non gli sono andate giù. Con lui c'era un buon rapporto personale, ma chi lo ha chiamato è relativo perchè il rapporto lo aveva giornalmente con Petrachi.

Non è mancata la dura replica di Urbano Cairo, presidente del Torino, che ai microfoni di "Radio 24", ha da dire qualcosa non solo all'ex tecnico dei granata, ma anche a Claudio Lotito, tra i candidati alla presidenza della FIGC. Per quel che riguarda noi in Lega, dovremo nominare i nostri organi di governo, il presidente e l'amministratore delegato che dovrebbe gestire la Lega.

Cairo, di fatto, è rimasto altamente insoddisfatto della gestione di Sinisa alla guida del Torino: "Se uno ha una squadra forte, ed è stata riconsociuta migliore rispetto a quella della scorsa stagione, non può fare quattro punti in meno". Manca ancora l'indicazione del presidente, dovremo dare una spinta veloce e fare un grande passo avanti. Siamo in un momento di confusione, ma a volte nascono momenti di rinnovamento proprio quando si tocca il fondo, come adesso. Quello che dico io è che ci sono altre persone valide e noi dobbiamo continuare affinché queste persone possano essere incaricate del lavoro impegnativo e notevole di mettere a posto il calcio italiano, che si fa passo passo, giorno per giorno. Sono ottimista, le cose si possono fare. Magra consolazione. Si sa che con il presidente della Lazio i rapporti non sono idilliaci: "Preziosi ha detto che Lotito sarebbe l'ideale? Gli ho detto che è bravo a fare l'imprenditore, il presidente della sua squadra, ma qui servono persone diverse per gestire il bene comune".

SU TOMMASI - "Tommasi lo stimo è una persona per bene un ragazzo serio, con le idee chiare, non credo che lo voterei, ma comunque certamente potrebbe contribuire anche lui a migliorare le cose".

"Sicuramente - ha sottolineato Cairo - non si può governare con il 51%, il presidente deve avere la capacità politica di unire le varie componenti. Dispiace che il nostro calcio non vada ai Mondiali, ma il nostro in questo momento è il campionato più divertente in Europa". Da qui al 29 abbiamo due settimane.

Share