laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Di Maio scarica la grillina in auto blu

Share
Deborah Montalbano

Insospettito dal viaggio, di natura non istituzionale, il conducente ha scritto una relazione sul servizio che ha svolto quel giorno e su autorizzazione di chi. All'arrivo mi disse di attenderla, passati dieci minuti tornava con una bambina, facendola salire sull'auto mi chiedeva di fare ritorno a Palazzo Civico, perché aveva impegni istituzionali. Basteranno le dimissioni dalla presidenza di commissione (ma non da consigliera) per ricucire lo strappo? Mi ha chiamato un'amica che mi ha detto alle 16 che non poteva tenere mia figlia. Luigi Di Maio ha annunciato una procedura interna al Movimento 5 Stelle su Deborah Montalbano, la consigliera comunale che ha utilizzato l'auto blu per andare a prendere la figlia a scuola. Nulla. Dovevo arrangiarmi". Così è venuta in mente l'idea della macchina di servizio: "Ho chiesto al coordinatore degli autisti. "Si è parlato e detto tanto su di me nelle ultime ore".

Per il leader M5s è "gravissimo" il comportamento della Montalbano, che ha usato a scopi personali una vettura di servizio del Comune di Torino.

Non sono mancate le critiche, non solo da parte di alcuni grillini, ma anche dal Pd, Silvia Fregolent ha replicato duramente: "Emerge ora la malafede e l'arroganza di chi non si fa scrupoli ad utilizzare per motivi personali proprio quelle auto blu che fino a poco tempo fa voleva abolire". "Per il ruolo che ricopro, per l'impegno che mi sono presa con gli elettori del Movimento 5 Stelle mi sento in dovere - sottolinea - di prendermi la responsabilità dell'accaduto e, quindi, di rassegnare le dimissioni da presidente della IV commissione". Montalbano è attivista storica del Movimento di Beppe Grillo, rappresentante dei comitati per la casa, militante nel quartiere popolare torinese delle Vallette dove ha fatto campagna pancia a terra per Appendino e i Cinque Stelle.

"Dagli errori si impara e il gruppo consiliare é certo che i singoli e il gruppo stesso cresceranno sempre di più, insieme". Intanto Montalbano commenta: "Vogliono cacciarmi, mi caccino".

Share