laprovinciadelsulcis.com

Intrattenimento

Sanremo 2018, confermati Hunziker e Favino alla conduzione insieme a Claudio Baglioni

Share
Sanremo 2018: le prime cose da sapere

Martedì 9 gennaio 2018 al Casinò di Sanremo si è svolta la prima conferenza stampa ufficiale della sessantottesima edizione del Festival di Sanremo in cui il direttore artistico Claudio Baglioni ha confermato la presenza di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino alla conduzione. "Sarà un festival - concluso il conduttore - più popolar-nazionale che nazional-popolare e credo che una piccola rivoluzione saremo in grado di portarla".

Nel nuovo spot di Sanremo 2018 Claudio Baglioni è un imbianchino. Cifre da capogiro quindi per un festival, che negli anni, è diventato una vera e propria istituzione all'interno della televisione italiana. Per la prima volta ci sarà una spidercam in teatro come negli stadi, mentre la scenografia che ricorda una sala da concerto è "coraggiosamente bianca" ed è firmata da Trixie Zicoschi. Un po' di meno, ma comunque di tutto rispetto, il cachet di Michelle Hunziker che percepirà 400 mila euro.

"Il Festival fa parte della linea editoriale di Rai 1 che vuole valorizzare le eccellenze del nostro Paese, come le canzoni italiane", ha detto il direttore di rete Teodoli, citando le produzioni di Rai Fiction e Rai Cinema e i recenti successi dei programmi con Alberto Angela e Roberto Bolle e annunciando il recente rinnovo, per altri tre anni, della convenzione per la manifestazione con il comune di Sanremo. È l'emozione di Favino che scherza sul suo primo contatto con Baglioni ("ci hanno portato dentro un garage, con le macchine scure, perché non si doveva sapere") e sulla definizione di "Banderas italiano" con cui il direttore di Rai1 Angelo Teodoli - che spera in un 40 per cento di share - ha parlato nelle scorse settimane dell'attore: "Non parlo con le galline, ho la patente C, faccio una cosa a latere".

La musica sarà la vera protagonista di questa edizione e tra le novità introdotte da Baglioni vi è anche l'estensione per la durata delle canzoni. I comici, invece ci saranno. Diverso dal passato a partire dalla scenografia, interamente bianca e concepita "come un auditorium da concerto", spiega Baglioni, che da architetto ha dato le indicazioni alla scenografa Emanuela Trixie Zitkowsky. Si nota anche la differenza del numero di donne in gara, solo 4: "È una mancanza statistica, non è stato un calcolo".

Share