laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Poveri dimenticati e la protesta di Biagio Conte, Musumeci: lo incontrerò presto

Share
Biagio Conte e l’On Figuccia manifestano contro la povert

Non riesco a essere tranquillo, non dormo, non riesco a mangiare sapendo che ancora tante persone vivono per strada.

Fratel Biagio Conte, l'uomo che dai primi anni Novanta raccoglie dalla strada chi non ha più nulla, ha deciso di farsi come i senzatetto. Musumeci: "Ci richiama alle nostre responsabilità" "Il numero delle famiglie senza casa aumenta e le risposte di sostegno al reddito e di una soluzione abitativa per le persone in difficoltà sono insufficienti - ha detto Alessia Gatto, della segreteria Cgil Palermo, parlando con Biagio Conte - è impossibile non levare un grido di disperazione nel momento in cui si perde il lavoro, si perde la casa e la speranza di riscattarsi. Proprio dove qualche anno fa emise l'ultimo respiro Vincenzo, un senza dimora che la Missione Speranza e Carità ha assistito e accompagnato verso la morte, facendogli sentire l'affetto e l'attenzione che per una vita gli erano stati negati". Ognuno si è chiesto dove fosse - raccontano -. In questa società ancora tanti non hanno un tetto, una casa, un lavoro, una vita dignitosa. "La forte indifferenza e il profondo egoismo ancora oggi è molto diffuso e mi inducono a rispondere al male con bene", afferma. Anche lui per strada "per solidarizzare con chi è morto per il freddo e con chi dorme ancora per terra. E' urgentissimo rispondere ai bisogni della gente".

Share