laprovinciadelsulcis.com

Scienza

Pendolari liguri preoccupati dal rinnovo del contratto con Trenitalia per 15 anni

Share
Treni regionali: arrivano wifi a bordo e 78 nuovi convogli (in 15 anni)

Il capogruppo del Pd in Consiglio regionale Stefano Fracasso interviene in merito alla firma tra Regione Veneto e Trenitalia sul contratto di servizio dei trasporti. Treni che dovrebbero essere più confortevoli, più veloci, più green, attrezzati per accogliere le biciclette e dotati di sistema di videosorveglianza e wifi. La Regione inoltre intende valutare la possibilità di differenziare il prezzo degli abbonamenti a seconda del reddito dei pendolari, in modo da favorire le fasce meno abbienti. Mazzoncini prevede l'apertura dei cantieri anche per la Verona-Vicenza entro l'anno, conferma il progetto per la bretella Mestre-Aeroporto (anche se non vedrà la luce prima di 4-5 anni), mentre la Regione conferma l'ormai prossima apertura della conferenza dei servizi per le varianti della ferrovia delle Dolomiti.

Il contratto di servizio di 10 anni + 5 tra Regione Veneto e Trenitalia è stato sottoscritto in coerenza con la normativa europea 1370, che presuppone per tale durata la presenza di consistenti investimenti. Il manager ha affermato infatti che "in Veneto viaggeranno i treni più moderni al mondo" e che alcuni dei treni previsti dal contratto hanno un risparmio energetico del 30%.

L'obiettivo è spostare sempre più persone permettendo ai pendolari di muoversi dignitosamente.

Il ministro Delrio evidenzia gli 8 miliardi di finanziamento - quattro a Trenitalia e altrettanti a Rfi - stanziati dal Governo: "Investimenti che attivano un'importante filiera industriale e assicurano un aumento di lavoro e occupazione". "E se il territorio ha bisogno del servizio, è vero che Trenitalia ha bisogno del contratto, e cosa oramai accertata, è dal servizio regionale che vengono la maggior parte dei profitti per Trenitalia". I Comitati che hanno sottoscritto questo impegno stanno invocando anche i sindacati, che potrebbero giocare un ruolo fondamentale (in una partita che appare comunque in salita) ed i singoli utenti che ogni mattina usufruiscono dei convogli ferroviari ("Non i treni giocattolo in Piazza De Ferrari che possono incantare gli utenti" precisa Delorenzi), pur senza avere un ruolo preciso in qualche associazione o movimento dei pendolari.

Share