laprovinciadelsulcis.com

Affari

Ue: "Tasseremo la plastica per ridurre i rifiuti"

Share
Dopo i sacchetti in arrivo una tassa sulla plastica? E stavolta la vuole Bruxelles

Il pacchetto di misure anti-inquinamento da plastica introduce quattro obiettivi da raggiungere entro i prossimi anni e riguardano nello specifico il riutilizzo e riciclo di tutti gli imballaggi, un tetto che scoraggi la produzione e la vendita di prodotti di plastica come piatti, posate e bicchieri, schemi per garantire che le imprese che realizzano prodotti di plastica ne coprano il trattamento a fine vita.

Martedi' prossimo la Commissione europea presenterà una serie di proposte per ridurre il consumo di plastica nella Ue e, di conseguenza, i Rifiuti da materie plastiche nel quadro dell'azione a sostegno dell'economia circolare. Lo fa sapere il commissario responsabile del Bilancio, Guenther Oettinger. "Gran parte dei rifiuti di imballaggio vanno a finire nei mercati al di fuori dell'Europa, in Cina - ha spiegato - la plastica vecchia, i sacchetti di plastica, il materiale di imballaggio vanno in Cina e diventano giocattoli per i nostri bambini. Ma dal primo gennaio la Cina non prende più rifiuti plastici".

Il Commissario non ha voluto però chiarire questa tassa colpirà i produttori oppure i consumatori. Secondo Oettinger, "nell'interesse dei mari, degli animali, dei pesci e dei mammiferi, nell'interesse dei nostri paesaggi dobbiamo ridurre la quantità di plastica utilizzata". La Commissione lascia aperta la porta a delle "deroghe" quando l'uso della plastica rientra "nell'interesse generale" come nel caso del latte o per motivi di igiene. "Senz'altro ci vorrà tempo per trovare un equilibrio".

Share