laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Tunisia: scontri e proteste contro il carovita

Share
Tunisia, proteste nelle città contro il carovita: un morto negli scontri

Scontri e disordini tra gruppi di giovani manifestanti e forze dell'ordine si sono verificati in varie città tunisine fino a tarda notte: Thala, Kasserine, Sbeitla, Bouhajla, Oueslatia (Kairouan), Douz, Kebili, Gafsa, Tebourba e Cité Ettadhamen (Tunisi). Qui la protesta ha a che fare anche con la 'marginalizzazione' della regione. Una marcia popolare per gli stessi motivi ha avuto luogo a Sidi Bouzid senza registrare incidenti. Una volta trasferito all'ospedale Rabta della capitale per ricevere ulteriori cure, il 40enne è poi deceduto.

Lo staff medico ha dichiarato che lo stesso è giunto al pronto soccorso in stato critico e assicurato essere malato di asma. Le autorità hanno comunque precisato che è stata aperta un'indagine per determinare le cause del decesso.

La polizia è intervenuta anche a Tunisi dove però solo poche decine di manifestanti sono scesi in piazza. Almeno 44 persone sono state arrestate, di cui 16 a Kasserine, dove un deposito di auto sequestrate dalla polizia municipale è stato svaligiato, e 18 nei quartieri popolari vicino Tunisi. Tra le misure contestate, in un contesto segnato dai contraccolpi della rivoluzione del 2011 e degli attentati del 2015, un aumento delle tasse su beni di importazione come le automobili.

Share