laprovinciadelsulcis.com

Affari

Trasmissione dati fatture emesse e ricevute: pronti i codici tributo per l'utilizzo del credito d'imposta per l'adeguamento tecnologico

Share
Credito d'imposta adeguamento tecnologico codici tributo e istruzioni

Dal 1 gennaio 2018, quindi, sono disponibili due diversi codici tributo per il modello F24 da utilizzare per ottenere il credito d'imposta di 100 euro per l'adeguamento tecnologico e l'ulteriore importo di 50 euro per l'esercizio della trasmissione telematica. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Per la formazione del personale dipendente, al fine di acquisire e consolidare le conoscenze nel settore delle tecnologie, arriva la mano del Fisco che, grazie alla Legge di Bilancio del 2018, offre nel rispetto dei requisiti richiesti l'agevolazione fiscale rappresentata dalla maturazione di un credito di imposta.

Ai sensi dell'articolo 21 ter, comma 1, D.L. 78/2010, il richiamato credito d'imposta spetta ai contribuenti in attività nel 2017 che, nell'anno precedente, abbiano realizzato un volume d'affari non superiore a 50.000 euro. Spetta anche a coloro abbiano esercitato l'opzione per la trasmissione telematica all'Agenzia delle entrate dei dati di tutte le fatture, emesse e ricevute, e delle relative variazioni, effettuata anche mediante il Sistema di Interscambio.

Va ricordato che il modello F24, a questo scopo, può essere trasmesso solo attraverso i servizi telematici Entratel o Fisconline.

Dove indicare il credito di imposta?

Share