laprovinciadelsulcis.com

Scienza

Pedaggi autostrada A24-A25, Delrio: "Sconti per i pendolari", ecco quanto risparmieranno

Share
Enzo Di Natale e Velia Nazzarro

Facciamo un appello a tutte le Istituzioni coinvolte, ai Comuni abruzzesi, ai Presidenti delle Regioni Lazio e Abruzzo, al Ministero:: "sediamoci subito attorno a un tavolo e troviamo una soluzione per non causare pesanti ripercussioni in un territorio già martoriato dal terremoto". Nell'occhio del ciclone erano finiti gli adeguamenti delle tariffe della Strada dei Parchi, che collega il Lazio all'Abruzzo ed è utilizzata ogni giorno da centinaia di pendolari che devono raggiungere la Capitale per lavorare o studiare.

Oltre 50 sindaci si erano riuniti nella giornata di lunedì 8 gennaio al casello di Vicovaro Mandela, a partire dalle prime ore del mattino, per un sit-in di protesta contro i folli rincari dei pedaggi. Una voce corale che non poteva rimanere inascoltata e che ha portato i governatori di Lazio e Abruzzo a chiedere un intervento d'urgenza di Graziano Delrio. "Rispetto agli appelli di sindaci e cittadini abbiamo messo in campo una proposta di soluzione credibile - ha aggiunto Zingaretti - che va incontro alle esigenze dei pendolari e aiuta anche il gestore nella sicurezza della infrastruttura".

"Abbiamo tutti chiaro che gli incrementi, comunque autorizzati su base di sentenze giudiziarie, vanno calmierati - ha dichiarato Delrio - Per questo abbiamo deciso di mettere a disposizione risorse per consentire gli sconti ai pendolari fino al 20% sulle due autostrade".

Assente anche la concessionaria Strada dei Parchi, società del gruppo Toto che fino al 2030 gestirà le due tratte.

Parallelamente, il governo si impegna su un Piano economico finanziario (Pef) per l'autostrada, che con una contribuzione pubblica per la messa in sicurezza permetta per i prossimi 5 anni di calmierare le tariffe. L'obiettivo è, anche con le consistenti risorse del Ministero per la messa in sicurezza della Strada dei Parchi, poter in futuro permettere, insieme agli investimenti realizzati, un adeguamento della tariffa non superiore al 4%.

"Siamo moderatamente soddisfatti dell'esito di questo incontro - ci ha detto telefonicamente Enzo Di Natale sindaco di Aielli - ma continuiamo nella nostra battaglia cercando di mantenere alta l'attenzione fin quando non si giunga ad una soluzioni che soddisfi l'intero territorio". Anche il governatore dell'Abruzzo Luciano D'Alfonso si è unito alla richiesta: "Chiederemo la sospensione degli aumenti per far si che ci sia una trattativa".

Share