laprovinciadelsulcis.com

Salute

La meningite uccide il 19enne ricoverato a Lanusei

Share
Paura per un giovane di 21 anni scomparso da una settimana

Lo studente di 19 anni di Tortolì, ricoverato domenica scorsa per una meningite all'ospedale di Lanusei, è morto intorno alle 20 di oggi, martedì 9 gennaio. Gli accertamenti diagnostici sono tuttora in corso anche al fine dell'individuazione dell'eventuale ceppo batterico.

Il paziente è sotto terapia e continuo monitoraggio e, al momento, la prognosi è riservata.

I medici del presidio di Nostra Signora della Mercede avevano accertato che si trattava di un caso di meningococco di tipo B, avviando la profilassi anticontagio nei confronti delle persone venute in stretto contatto con il ragazzo. La Direzione dell'Ats Sardegna precisa che "si sta procedendo a una verifica finalizzata a escludere correlazioni tra questo caso e quelli accertati a Cagliari e a Nuoro, seppure si tratti di una eventualità remota". Secondo gli esperti nell'isola non c'è nessun allarme meningite: "I dato dell'Istituto Superiore di Sanità - specificano ancora i dirigenti dell' Ats - evidenziano un andamento omogeneo della curva epidemiologica della meningite in Sardegna dal 2011 al 2017 e che i casi si concentrano prevalentemente nei mesi invernali".

Sergio Babudieri, Direttore dell'unità Malattie Infettive dell'Azienda ospedaliera di Sassari, sottolinea come al momento si tratti comunque di "casi soltanto sporadici".

Share