laprovinciadelsulcis.com

Affari

Incontro tra il presidente Musumeci ei rettori, Micari non va

Share
Relazioni programmatiche del presidente Musumeci: “Abbiamo numeri risicati in aula, ma restituiremo ai siciliani una

"Moriamo di sete mentre davanti a noi scorre un copioso fiume di acqua potabile - ha detto Musumeci quando ha affrontato il tema Europa - è necessario rimodulare i fondi europei subito".

"Riconsegnare ai siciliani una regione normale e restituire dignità e fiducia ai cittadini, come ha detto Nello Musumeci nel suo discorso programmatico di ieri all'Ars, è la vera grande sfida del futuro che attende la nostra terra, troppo spesso abituata ad andare avanti inseguendo le emergenze: dai rifiuti alla sanità passando per il lavoro e l'allarme economia e conti pubblici". E ricordando il recente dossier dell'ufficio statistica della Regione, Musumeci ha definito "assai preoccupanti" i dati sulla corruzione nell'isola, "se è vero che la percentuale supera la media nazionale".

Musumeci ha parlato di rifiuti ribadendo "In Sicilia le discariche pubbliche e private sono al collasso, hanno 7-8 mesi di autonomia. per questo occorre dimezzare i rifiuti da mandare in discarica per recuperare un anno di tempo per fare il piano generale dei rifiuti e iniziare a metterlo in pratica".

Credito. Bisogna "ripensare alla sorte dell'Irfis venuta meno alla propria funzione istituzionale, ma anche alla sorte dell'Ircac e della Crias e ipotizzare, perché no, una sola struttura per il credito alle piccole e medie imprese".

Province. "Alle Province bisogna attribuire maggiori competenze, altro che smantellarle".

Musumeci ha confermato la linea del Governo sull'elezione diretta degli organismi delle ex Province (oggi Liberi consorzi) e delle tre città metropolitane (Palermo, Messina e Catania).

Un giovane siciliano su tre sceglie di iscriversi ad atenei di altre regioni italiane o all'estero. In attesa del pronunciamento del Tar sul ricorso presentato dalla Regione contro l'impugnativa del Cdm sulla legge regionale che riordinava le ex Province, il presidente Nello Musumeci ha invitato l'Assemblea a modificare la normativa sugli enti intermedi.

"La lotta all'abusivismo non è uno slogan da campagna elettorale, ma non esiste l'abusivismo di necessità: esiste l'abusivismo".

Pur dando atto all'ex assessore alla Salute del "buon lavoro" fatto, il presidente della Regione siciliana, ha annunciato che "si provvederà in questi mesi alla parziale revisione della rete ospedaliera" in Sicilia. "Anche questo e' difficile, bisogna utilizzare le navi e non sempre è strutturalmente possibile". "Le province sono l'Assemblea dei sindaci, la sintesi delle rappresentanza dei territori, occorre accelerare il processo di liquidazione degli Ato e delle Srr, diventati luoghi di stallo per riabilitare l inattivita' di qualche trombato". Il governatore si è detto favorevole all'introduzione nella legge elettorale del premio di maggioranza per dare maggiore governabilità. Questa coalizione è ben consapevole dei propri limitati numeri in aula, a causa di una legge elettorale che va cambiata ed anche presto.

Share