laprovinciadelsulcis.com

Intrattenimento

Arbore torna in Rai, ma attacca Orfeo: "Pensano che io sia rimbambito"

Share
Renzo Arbore: "Torno con 'Indietro tutta', ma la Rai non ha più ...

Alcuni millennial non sanno neanche chi era Alberto Sordi. "Avranno pensato che ormai mi ero dedicato alla musica o che ero rimbambito".

Renzo Arbore e Nino Frassica tornano su Rai2 con due serate evento dal titolo: "INDIETRO TUTTA 30 E L'ODE" per celebrare, trenta anni dopo, il programma evento che negli anni '80, rivoluzionò i costumi, i modi di dire e i tormentoni del popolo italiano. Non abbiamo invitato i combattenti dell'epoca perché nel frattempo sono invecchiati, compresi io e Nino; io non ancheggio più come una volta perché mi sono operato all'anca" ironizza Arbore "non sarà una festa.

Intanto sui social, sta spopolando il video "Iper Swing" del brano di Renzo Arbore "Esattamente come tu" che vede fra le protagoniste femminili, la partecipazione due volti emergenti della tv italiana la modella Claudia Pezzotti - già protagonista del programma di Rai4 "SmartLove" e la fotomodella Cecilia Camallo Bagolan che si sono divertite a interpretare, nel ritmato video, le ragazze degli anni '40. E rivendica di essere "l'unico a non aver mai tradito la Rai, andando altrove, anche se a suo tempo ebbi offerte molto sostanziose". A tenere le fila del racconto, Andrea Delogu. E ricordando l'ultima puntata di "Indietro tutta" dice: "Dopo la trasmissione, rimasero le telecamere accese". Oggi Renzo Arbore riprende quel modello di "tv che resta" e la racconta ai millennials, con Nino Frassica, con "Indietro tutta 30 e l'ode", il 13 e il 20 dicembre su Rai2. Oggi vogliamo fare un programma didattico. "Appena arrivato su Rai2 disse all'allora direttrice Ilaria Dallatana di voler fare un programma sullo stile del mio e mi invitò alla prima puntata di Casa Mika". Da ragazzina dicevo ai miei genitori che volevo fare televisione, mia madre rispondeva: 'La farai quando Arbore ti chiamerà', ma non ci credeva.

Trent'anni fa Indietro tutta smontava con l'umorismo e l'improvvisazione, "per dirla tecnicamente, con il cazzeggio", stereotipi e falsi miti della tv commerciale. Nella seconda puntata si sentirà Massimo Trosi che telefona facendo la parte di una guida napoletana per i cinesi. La caotica ciurma si componeva di variopinti personaggi, dall'impertinente Riccardino (Mario Marenco) al misterioso Professor Pisapia, dall'indolente notaio al corpo di ballo delle Ragazze Coccodè e a quello del celeberrimo sponsor del Cacao Meravigliao. La nostra era satira. "Indietro tutta non risulta datata perche' rifuggiva dall'attualita', era davvero un programma a futura memoria, fatto per restare. Un mio piccolo merito è di aver portato grazie a L'altra domenica tantissime donne in tv, che all'epoca venivano definite 'parlanti': Isabella Rossellini, Milly Carlucci, Silvia Annichiarico". "C'è stato un momento in cui mi veniva da piangere e ho detto: non è che mi chiama Barbara D'Urso?" sorride Frassica.

Share