laprovinciadelsulcis.com

Affari

Tim e Mediaset per contenuti TimVision: e Canal Plus?

Share
TIM, la strategia

Al netto di tutto le chiacchiere sul digital divide, analfabetismo informatico, prestazioni in download, architetture di rete. per una buona fetta del pubblico italiano il "calcio" è lo stupefacente che giustifica (quasi) ogni spesa.

Un segnale dell'importanza del ruolo del Biscione in tale direzione, viene dalla decisione del CdA di TIM, che, a maggioranza, ha autorizzato a proseguire la negoziazione per finalizzare un nuovo accordo con Gruppo Mediaset per l'acquisto di contenuti.

A margine di tale accordo pluriennale, il Consiglio ha autorizzato il management a negoziare con Mediaset l'acquisto dei diritti di Premium relativi alle partite del girone di ritorno del campionato di Seria A TIM 2017/2018, le partite della UEFA Champions League 2018 e altri eventi calcistici internazionali offerti da Premium. Ovviamente non sarà una partita semplice anche perché Vivendi, in qualità di secondo azionista Mediaset con il 28,8% e primo di Telecom con 23,9%, potrebbe risultare in conflitto di interessi. In queste ore gli avvocati di Mediaset e Vivendi si sarebbero accordati su una cifra di risarcimento, che i francesi accettano di corrispondere agli italiani per non aver rispettato il contratto del 2016 in cui si impegnavano ad acquistare Premium, valutandola 760 milioni. La prima udienza in tribunale per dirimere la questione è fissata per il 19 dicembre, mentre il 15 ci sarà l'assemblea Mediaset per fare il punto.

Approvato il piano di bilancio e strategico per i prossimi due anni.

.

Lo scrive l'azienda in una nota, dopo il Cda di ieri per discutere il piano industriale 2018-2020 e approvare il budget preliminare per il 2018, confermando così che l'ipotesi dello spin off della rete è sul tavolo e che la presentazione dell'amministratore delegato Amos Genish ha trattato, tra le altre cose, "i diversi modelli di separazione della rete fissa di accesso, confrontandoli con altre esperienze internazionali".

Infine il tema di Mediaset Premium, che oltre al calcio prevederà l'acquisizione di contenuti lineari, i film e le serie TV e le notizie sportive. Il nuovo accordo sarebbe operativo dal 2018 e arricchirà la piattaforma TIMVISION accessibile tramite decoder, smart TV, web o app (qui sotto trovate il badge per scaricarla).

TIM è da anni l'azienda di telefonia di riferimento in Italia. Con servizi adeguati e un'offerta contenuti allettante probabilmente si sbloccherà qualcosa sul fronte domanda: oggi solo una famiglia su 10 raggiunta da FTTC o FTTH si abbona ai contratti fibra.

Share