Intrattenimento

Perché si celebra la Festa dell'Immacolata… e perché proprio l'8 dicembre?

Share
L'omaggio floreale dei Vigili del Fuoco

È un calendario denso di eventi, pieno di divertimento e ricco di magia quello offerto alla città dall'Amministrazione comunale, dalla Pro Loco "Curtomartino" e dai commercianti di Acquaviva delle Fonti, in occasione delle festività natalizie.
. Per capire perché si festeggia bisogna risalire al 1854 quando l'allora Papa Pio IX proclamò il dogma cattolico dell'Immacolata Concezione, con la bolla Ineffabilis Deus, in cui fu sancita la nascita della Vergine Maria, madre di Gesù, senza peccato originale.

Ci si domandò in quei giorni quale fosse stata l'intenzione dei quattro operai che posarono il loro casco blu, simbolo della lunga vertenza Acciai Speciali Terni, sulla mano sinistra (quella che nelle intenzioni dello scultore Roberto Joppolo, raccomanda la prudenza nella guida mentre la destra benedice il viaggio degli automobilisti), della Vergine Prudente benedetta da Giovanni Paolo II quel 17 Settembre del 1989. Tradizione vuole che si mangino le cime di rape accompagnate da frittelle, pettole e panzerotti variamente conditi e farciti a seconda dei gusti e della fantasia di chi li prepara. Stand gastronomici e tante attività per i più piccoli ma anche per i grandi. Santa Claus è il nome di Babbo Natale nei paesi anglofoni. "Alla rassegna vi sarà animazione per bambini, zampognari e spettacoli musicali itineranti nonché prodotti tipici da degustare e da acquistare". Venerdì 8 dicembre, alle 10 e 45 l'omaggio floreale dei Vigili del Fuoco.

La Vigilia dell'Immacolata è una data particolarmente sentita e celebrata ancor oggi a Trani.

Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all'Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. E' appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Share