laprovinciadelsulcis.com

Salute

Influenza A, il primo caso dell'anno è stato identificato a Pavia

Share
Le previsioni degli esperti. Capodanno 2018 a letto con l'influenza

"Il primo caso d'influenza A, comunicato all'Istituto Superiore di Sanità, ha interessato un piccolo di origine egiziana ma residente in provincia di Pavia, ricoverato nei giorni scorsi presso la Clinica Pediatrica del Policlinico, in seguito ad una sintomatologia caratterizzata da febbre, vomito e inappetenza", precisano i sanitari. Attualmente il bambino è in buone condizioni ed è stato dimesso.

Quest'anno, come accade sempre più di frequente nelle ultime stagioni, l'epidemia di influenza si è verificata prima, per cui il picco si raggiungerà per Capodanno. Questo significa che siamo appena in tempo per vaccinarci. Lo rende noto la prof.ssa Maria Chironna dell'U.O.C. Laboratorio di Epidemiologia Molecolare Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Bari e responsabile Sorveglianza Virologica Influenza e virus respiratori. "Nel 2016 il virus ha provocato duemila decessi in più rispetto alla stagione precedente, e il fenomeno potrebbe ripetersi". La composizione quadrivalente, raccomandata dall'Oms, include anche il virus B Puckett. Inoltre, "particolarmente vulnerabili sono le donne in gravidanza e i grandi obesi, entrambi i gruppi sono a rischio di severe compromissioni polmonari - ci spiega il virologo Baldanti - Ma la severità dell'influenza è imprevedibile: anche giovani e sani possono manifestare improvvise infezioni gravi". Gli esperti si attendono un andamento simile a quello dell'anno scorso, quando l'influenza costrinse a letto 5 milioni di italiani e altri 8-10 milioni colpiti dai numerosi virus parainfluenzali.

La vaccinazione in particolare si rivolge ai soggetti a rischio, ovvero agli anziani over 65, ai bambini e ai pazienti portatori di patologie croniche.

Share