laprovinciadelsulcis.com

Esteri

15enne aggredito, chiuso in bagno e costretto a masturbarsi: presi due minorenni

Share
Nardò, ragazzino chiuso in bagno e costretto a compiere atti di autoerotismo: fermati due coetanei

La vittima è un 15enne di Nardò (Lecce).

Rinchiuso in un bagno pubblico, picchiato a calci e pugni e costretto a masturbarsi. Due minorenni del paese - un 17enne e un 15enne - sono stati arrestati e chiusi in comunità: sono accusati di rapina, sequestro di persona, violenza sessuale, pornografia minorile e tentata estorsione.

Il provvedimento è stato emesso dal GIP del Tribunale dei Minorenni di Lecce, su richiesta del sostituto procuratore, Imerio Tramis.

Nel corso degli atti di bullismo, i due hanno inoltre sottratto al ragazzo anche il giubotto e scarpe, chiedendo poi 10 euro come "riscatto".

Uno dei due ha ripreso la scena con il proprio cellulare mentre l'altro bloccava la porta per impedirne l'uscita.

Il video girato nel bagno è stato trasmesso in vari gruppi Whatsapp.

Le indagini dei carabinieri si sono sviluppate attraverso la testimonianza dei genitori della vittima, il video che girava su Whatsapp tra i ragazzini e le riprese delle telecamere di videosorveglianza.

Share