laprovinciadelsulcis.com

Affari

Le cartelle degli enti locali che rientrano nella rottamazione

Share
Le cartelle degli enti locali che rientrano nella rottamazione

Definizione agevolata anche per eventuali cartelle 2017 non ancora notificate, per le quali arriverà una specifica comunicazione entro il marzo prossimo. La scadenza per presentare la domanda di adesione è stata fissata al 15 maggio 2018.

In alternativa è possibile scaricare il modello DA 2000/17 dal portale agenziaentrateriscossione.gov.it, compilarlo e presentarlo agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione. In questo caso i pagamenti sono previsti in unica soluzione entro ottobre 2018 o in un massimo di tre rate: ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019. Per quelle relative al periodo 1° gennaio al 30 settembre 2017, i pagamenti dovranno essere effettuati in un'unica soluzione, entro luglio 2018, o in un massimo di 5 rate con scadenze a luglio, settembre, ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019. Coloro che hanno una casella di posta elettronica certificata (pec), possono inviare la domanda, insieme alla copia del documento di identità, all'indirizzo pec della direzione regionale di riferimento dell'Agenzia delle entrate-Riscossione.

Questo termine varrà anche per tutti i contribuenti che in passato avevano richiesto un pagamento in rate per la rottamazione delle cartelle esattoriali, ma non avevano poi onorato l'impegno. Una volta effettuato il pagamento l'Agenzia comunicherà le somme dovute per la definizione agevolata dell'importo residuo del debito.

- regolarizzare la propria situazione, nel caso di mancato o incompleto pagamento delle prime due rate in scadenza a luglio e settembre 2017, versando gli importi dovuti senza ulteriori addebiti. Le rate invece per chi aderisce alla nuova sanatoria saranno cinque suddiviso tra luglio, settembre, ottobre e novembre 2018 mentre la quinta rata dovrà essere pagata entro il mese di febbraio 2019.

PROROGA DEI TERMINI: la legge stabilisce, infine, la proroga dal 30 novembre al 7 dicembre 2017 del termine entro il quale effettuare il pagamento delle rate della definizione agevolata 2016 (dl 193/2016), scadute e non versate a luglio, settembre e novembre 2017.

E' quindi la diversa modalità di riscossione operata da alcuni Enti locali che non ha permesso l'automatico accesso alla rottamazione delle sanzioni e degli interessi di mora ricompresi nelle cartelle, oltre alla espressa volontà politica del singolo Ente.

Share