laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Arrestato nel Milanese capo ultrà Juve

Share

Con un blitz nel suo appartamento a Cernusco sul Naviglio (Milano) i carabinieri hanno arrestato questa mattina Loris Giuliano Grancini, 44 anni, capo ultras del gruppo Viking, della tifoseria della Juventus. E' accusato di aver sparato a un tifoso avversario il 5 ottobre del 2016 in piazza Morbegno, zona viale Monza a Milano.

Difeso dall'avvocato Luca Ricci, si è sempre detto innocente ed era stato scarcerato nel 2006 dal tribunale della libertà, per la mancanza di gravi indizi di colpevolezza: poi venne il primo grado (15 anni), l'Appello (12 anni e 6 mesi), la Cassazione, che annullò tutto con rinvio, e l'ultima sentenza, a 11 anni. In seguito, secondo gli inquirenti, il 44enne minaccia e ferisce con una coltellata al polpaccio anche un amico della vittima, Antonio Genova, aggredito davanti a un bar ritrovo di tifosi bianconeri, perché non testimoniasse contro di lui. L'estate scorsa finisce di nuovo nel registro degli indagati per tentata estorsione al titolare di una società di eventi sportivi. Ad aprile scorso viene colpito da un Daspo di 8 anni, dopo alcune denunce per istigazione a delinquere.

Share