laprovinciadelsulcis.com

Salute

Sarri a Premium: "Mancano le opzioni davanti. C'è una cosa che mi ha reso tristissimo. Su Insigne…"

Share
Juventus Napoli

Al termine della sfida, il tecnico dei partenopei, Maurizio Sarri, ha parlato ai microfoni di Premium Sport: "I dati parlano di una supremazia territoriale anche più alta di quella contro il Benevento". In questo momento siamo poco brillanti e la mole di gioco non riesce a trasformarsi in palle gol. C'è da stringere i denti, non abbiamo tanti ricambi e non abbiamo la possibilità negli ultimi 15-20 minuti di sperimentare cose diverse. Non è mancata qualche parola su Insigne, che ha lasciato il campo dolorante: "Dal rientro con la Nazionale ha una lieve infiammazione al pube, non è solo stanchezza". "I primi 10' erano d'assestamento, poi dopo il gol è una scelta chiudersi e ripartire, ma schiacciarsi in quel modo credo siano stati costretti da noi". Non ho idea se riesce a recuperare per mercoledì a Rotterdam.

Sarri in conferenza stampa: "Dobbiamo solo ritrovarci, la sconfitta dopo nove mesi non è un dramma". "Credo in Guardiola, se ha influito sulla mentalità della squadra ci sarà partita". Noi non dobbiamo avere nessun tipo di ripercussione. Per la prestazione globale ho fatto i complimenti ai ragazzi. Il folletto belga non segna da più di un mese in campionato: il suo ultimo gol risale al 29 ottobre quando firmò il definitivo 3-1 nella partita vinta col Sassuolo.

"Condizione fisica? Ci sta che durante la stagione un giocatore attraversi un periodo negativo, scientificamente un giocatore non può avere un momento di forma massimo che superi i 21 giorni". Stasera quando ho visto le maglie grigie mi ha fatto male davvero. Sinceramente speravo di morire prima di vedere un Napoli-Juventus grigi contro gialli. Ounas ha fatto bene due anni fa nel Bordeaux, lo scorso anno ha fatto peggio.

La Juve per avere un'idea dell'atteggiamento bisognava aspettare che la gara restasse sullo 0-0 per molto tempo. Higuain è un fenomeno in queste situazioni: "loro hanno 90 milioni in meno, ma hanno tre punti in più perché Gonzalo è un fenomeno". Del Piero? Anche a me sarebbe piaciuto allenare lui, come lui voleva essere allenato da me! "Questo l'ho detto subito a fine partita, non voglio contraccolpi perché abbiamo giocati su buoni livelli".

Share