Salute

Corea del Nord, Kim lancia un nuovo missile: "Gli Usa nel mirino"

Share
La sfida di Kim Jong-un possiamo colpire qualsiasi città degli Stati Uniti

Questa volta non ha sorvolato parte del Giappone, come accaduto due volte la scorsa estate, ma le conseguenze sono persino peggiori: il missile - secondo i nordcoreani - è salito fino a una quota di 4.475 chilometri e ha volato per poco meno di 1.000 km. La Cina, ha spiegato il portavoce, si aspetta che le parti coinvolte possano trovare una soluzione al conflitto "attraverso il dialogo e i negoziati".

In una dichiarazione ufficiale, la Corea del Nord afferma di essere "uno Stato nucleare".

Usa e Corea del Sud concordano che il missile è probabilmente un Icbm, ma il Pentagono ha dichiarato che il test non ha rappresentato una minaccia per gli Usa, i suoi territori o i suoi alleati.

Un atteggiamento - quello del vecchio Trump - che di certo non favorisce la realizzazione di quel canale diplomatico che con enorme fatica il segretario di Stato Rex Tillerson, insieme ai vertici diplomatici giapponesi, sta cercando di aprire. Donald Trump a chiamato il presidente cinese Xi per "usare tutte le leve a sua disposizione per convincere la Corea del Nord a porre fine alle sue provocazioni e a tornare sulla strada della denuclearizzazione". Il missile, che si è infranto 250 chilometri a ovest della prefettura di Aomori, la parte più a nord dell'arcipelago, avrebbe potuto raggiungere le Hawaii con una traiettoria modulata sui parametri di lancio standard.

Il missile "sembra sia caduto nella zona economica esclusiva (la zona di mare adiacente alle acque territoriali) del Giappone". Intanto sono fioccate le condanne internazionali: tanto per l'Ue, quanto per la Nato, si tratta di un'ulteriore violazione degli obblighi internazionali, nonché una minaccia alla sicurezza internazionale. "Alcuni paesi - ha precisato - continuano a finanziare il programma nucleare nordcoreano". I comandi delle forze armate sudcoreane hanno specificato che Pyongyang ha lanciato un "missile balistico non identificato" dalla provincia meridionale di Pyongan verso est nelle prime ore di mercoledì (martedì sera in Italia).

Fra Trump e Kim Jong-Un ci sono stati scambi di insulti e minacce. La Haley ha sottolineato la necessità che la Cina tagli la fornitura di petrolio alla Corea del Nord.

Share