laprovinciadelsulcis.com

Intrattenimento

Baby, la nuova serie italiana di Netflix sulla prostituzione minorile

Share
Netflix

Dopo Suburra e la docu serie sulla Juventus, Netflix annuncia la terza serie originale italiana. La cronaca sembra però soltanto il punto di partenza del progetto, che non è una sorta di documentario ma un prodotto fictional, a giudicare dalla breve sinossi che parla di ragazze alla "ricerca della propria identità e indipendenza tra amori proibiti, pressioni familiari e segreti condivisi".

Prodotta da Fabula Pictures, la serie vedrà il primo ciak nel 2018.

Baby sarà scritta dai cinque giovani autori del collettivo Grams: Antonio Le Fosse, Eleonora Trucchi, Marco Raspanti, Giacomo Mazzariol e Re Salvador. Gli scrittori Isabella Aguilar e Giacomo Durzi si sono uniti al gruppo, contribuendo con la loro visione al racconto della vicenda.

La nuova serie in otto episodi è salutata da Erik Barmack, vicepresidente dei contenuti originali di Netflix, come uno "dei nuovi e avvincenti programmi dai produttori di talento che tanto amiamo", mentre Nicola De Angelis della casa produttrice Fabula Pictures dichiara: "Siamo davvero entusiasti, la grande libertà creativa che Netflix ci offre è il terreno perfetto per sperimentare nuove modalità di storytelling nella televisione del nostro paese". "Non potremmo essere più emozionati di iniziare a lavorare a questa serie".

Share