laprovinciadelsulcis.com

Sport

Albertini: "Ora un bel progetto sportivo. Spazio alle seconde squadre"

Share

Demetrio Albertini e Damiano Tommasi, presidente dell'associazione calciatori, all'indomani dell'eliminazione dell'Italia dal Mondiale 2018 per mano della Svezia, ribadiscono le proprie idee su come l'Italia del calcio dovrebbe ripartire. Mi sono messo a disposizione nel 2014, oggi giudicare l'operato di qualcuno è la cosa più semplice. E' il momento di capire quali sono state le cause e avere il coraggio di cambiare. Da dove inizierei questo progetto di cambiamento? Io non sono qui per presentare una candidatura, credo solo che un bel progetto sportivo sia una cosa importante. "Il mio programma è lì scritto". "Oggi è troppo facile parlare sulle ali dell'emotività, bisogna essere razionali e cercare un percorso condiviso". Sinceramente penso che la Nazionale, con tutti i difetti che potesse avere, aveva tutte le carte in regola per andare ai Mondiali.

SERIE A - "A me il campionato piace, l'Inter sta dando continuità, la Roma e il Napoli sono squadre solide, reputo la Juve la squadra da battere, tecnicamente dico che ci sono diversi giocatori importanti nel nostro campionato". In chiusura per Albertini anche un pensiero su Ventura e sui possibili sostituti nel ruolo di CT. "Cosa farei al posto di Ventura?"

TAVECCHIO E LE DIMISSIONI - "E' sempre difficile, facendo l'imprenditore adesso uno delle cose che si pone sono gli obiettivi primari". Chi al suo posto? Scegliere il c.t è la cosa più difficile al mondo, perché viene sempre contestato. "Ci deve essere una visione comune delle componenti, su questo, però, sono dubbioso".

Share