laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Siria, la Russia accusa: "Usa e gli alleati aiutano i miliziani dell'Isis"

Share
20171114_115013_D2A242C9

Una recente inchiesta effettuata dalla Bbc ha rivelato lo sporco segreto di Raqqa.

Sulla situazione in Siria e sulla lotta delle forze internazionali contro lo Stato islamico nel Paese, oggi la Russia lancia un'accusa pesantissima agli Stati Uniti e agli alleati. I curdi, rivela ora la Bbc, avevano promesso "migliaia" di dollari ai conducenti dei pullman e dei camion perché "mantenessero il segreto".

L'emittente britannica ha inoltre pubblicato immagini esclusive della fuga dalla ex roccaforte siriana. Terroristi dell'Isis, infatti, sono stati lasciati fuggire.

Il convoglio era composto in tutto da quarantacinque camion, tredici pullman e un centinaio di veicoli dell'Isis. Come si temeva a metà a ottobre, quando erano trapelati i primi dettagli dell'intesa, l'evacuazione ha permesso la conquista di Raqqa un mese prima del previsto, ma ha lasciato a piede libero centinaia di terroristi, decine europei. A bordo dei mezzi c'erano anche molti combattenti stranieri, compresi francesi. In tutto ha trasportato almeno 250 combattenti jihadisti, la maggior parte con le loro armi, persino cinture esplosive, e 3500 famigliari. Alcuni di essi si sono sparsi intorno alla Siria, arrivando anche fino alla Turchia. Agli autisti non era stato anticipato nè le dimensioni dell'evacuazione nè il fatto che sarebbero dovuti entrare nella città da soli e senza scorta. Per poi tentare di passare in Turchia con i trafficanti di uomini.

Share