laprovinciadelsulcis.com

Sport

Parole durissime nei confronti di Tavecchio e Ventura

Share

Così parla il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ai microfoni di Sky il giorno dopo la mancata qualificazione dell'Italia a Russia 2018: "La Nazionale si commenta da sola". Se fossi Tavecchio - prosegue De Laurentiis - la prima cosa che farei sarebbe quella di dimettermi. "Ventura? Un bravo allenatore, ma anche io a Napoli lo cambiai dopo poche settimane". "Se uno gioca col 4-2-4, non può far venire Insigne e metterlo nei 4, perché Insigne gioca in un 4-3-3, è lì che esprime il suo massimo livello di capacità".

Se fai un danno utilizzando in malo modo i nostri gioielli, tutti quelli delle squadre italiane, non parlo solo di quelli del Napoli, appaiono come non dovrebbero apparire e diventa una vetrina negativa. Chi vede in maniera superficiale quei giocatori pensa che valgano meno sul mercato. "Dovremmo chiedere i danni a Tavecchio e alla Federcalcio?". "Si dovrebbero dimettere lui, Uva, ma anche il Coni ha delle responsabilità". Conte non sono stati capaci di mantenerlo, allora evidentemente avevano sbagliato a prenderlo. "Un giovane di 35 anni...", ha concluso De Laurentiis.

Share