laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Firenze, indagati il padre e la madre di Matteo Renzi

Share

Questo il titolo del quotidiano La Verità che il legale della famiglia smentisce: "Nessun avviso di garanzia".

Non solo Tiziano Renzi, ma anche la madre del segretario del Pd Matteo Renzi, Laura Bovoli, sarebbe indagata in un'inchiesta giudiziaria promossa dalla procura di Firenze per il fallimento di una cooperativa di servizi con sede a Rignano sull'Arno (Firenze), la Delivery Service.

"I nomi del padre e della madre dell'ex premier sono stati secretati dalla Procura di Firenze".

Che c'entrano babbo e mamma dell'ex premier con il fallimento della Delivery service? L'ipotesi investigativa è che a tirare le fila dell'azienda dissestata, ma anche di altre società collegate e perquisite, come la Europe service e la Marmodiv srl, ci fosse la Eventi 6 che ha come presidente e rappresentante dell'impresa (con la figlia Matilde) Laura Bovoli ed è proprietà delle donne di casa Renzi (Laura 8%, Matilde 56% e l'altra figlia Benedetta 36%).

Stando a quanto riporta il quotidiano di Belpietro risulta anche un terzo co-indagato, il consigliere delegato della Eventi 6 Roberto 'Billy' Bargilli, che fu l'autista del camper di Renzi alle primarie.

La diffusione della notizia è stata subito commentata da una nota dell'avvocato Federico Bagattini che difende gli interessi dei coniugi Renzi."Spiace dover deludere le attese ma il presunto scoop odierno de La Verità richiama una notizia già uscita oltre un mese fa".

Quanto alla notizia pubblicaa da un sito d'informazione "ricordiamo che il procedimento - ha aggiunto Bagattini - aperto dai pm di Genova tre anni fa, è stato definitivamente archiviato, a differenza di quanto riportato dal sito stesso".

Share