laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Boom visitatori musei, Toscana è terza

Share
Musei il Mibact verso record di 50 milioni di visitatori nel 2017

"È veramente un bilancio entusiasmante - ha concluso il Ministro Franceschini - Sono poco più di 2 anni che i 20 direttori, italiani e non italiani, lavorano e hanno cambiato il volto dei loro musei, li hanno collegati alle città e non solo ai turisti". Il focus sui primi venti musei e Parchi Archeologici del Colosseo e di Pompei evidenzia una crescita ancora più forte nel confronto tra i primi 9 mesi del 2017 e l'analogo periodo del 2016: i visitatori aumentano dell'11% e gli introiti del 14,5%.

"Numeri che sono destinati ad aumentare anche quest'anno, con la crescita del 9,4% dei visitatori e del 13,5% degli introiti nei primi 9 mesi, e che testimoniano una radicale inversione di tendenza dovuta alle importanti novità introdotte con il sistema museale nazionale", ha detto il ministro dei Beni Culturali.

Al top fra le regioni c'è come sempre il Lazio i cui musei statali hanno accolto nel 2016 20,3 milioni di visitatori (erano 17,7 nel 2013) con incassi per 67,6 milioni (55,2 nel 2013). In particolare, guardando all'esperienza delle gestioni autonome, la Galleria Borghese sta viaggiando con un +7.7% di visitatori e + 57% di introiti, le Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma hanno registrato una crescita del +7,4% di visitatori e del + 41, 8% degli introiti, mentre per la Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma la crescita è addirittura del + 84% per i visitatori e del + 182,1 per gli introiti. Nel 2017 i grandi attrattori mantengono uno sviluppo costante: "è il caso del Colosseo (+10,2% visitatori e +9,3% introiti), delle Gallerie degli Uffizi (+14,6% e +15,1%), della Galleria dell'Accademia di Firenze (+11,3% e +11,8%) e della Pinacoteca di Brera (+12,7% e +16,6%)".

Share