laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Rajoy a Barcellona: "Recuperare la Catalogna dal delirio del separatismo"

Share
Barcellona in 750mila in marcia per la libertà dei detenuti politici

Il corteo ha sfilato per oltre 3 chilometri tra le vie della città. Forcadell ha trascorso la notte nel carcere Alcalà-Meco di Madrid per uscirne a mezzogiorno, dopo aver pagato una cauzione di 150mila euro. In Catalogna, Rajoy ha deciso di applicare l'articolo 155 della Costituzione "dopo avere esaurito tutte le strade" e perché così avrebbe fatto qualunque altro Paese che tenga al "rispetto di se stesso". Rajoy, ha ammonito i sostenitori pro-indipendenza che non potranno mai far "tacere" il Partito popolare della Catalogna (PPC), un partito che è la voce della "coraggiosa Catalogna".

E' tramontata intanto l'ipotesi di una candidatura unitaria indipendentista: ci sarà una "Lista del Presidente" che, secondo quanto riferisce la stampa catalana, sarebbe stata chiesta proprio da Puigdemont. La manifestazione era aperta da uno striscione che chiedeva "Libertà per i detenuti politici".

Rajoy sarà capolista del Pp, il partito conservatore, mentre il vicepresidente catalano Junqueras, detenuto a Madrid con altri 7 membri del Govern di Carles Puigdemont, sarà il capolista dei repubblicani di sinistra di Erc alle elezioni del 21 dicembre. Secondo i sondaggi, Erc dovrebbe essere la prima forza con il 30 per cento circa e nella sua lista presenterà anche i ministri in carcere Raul Romeva, Dolors Bassa e Carles Mondò e quelli in esilio a Bruxelles Toni Comin e Meritxell Serret.

Share