laprovinciadelsulcis.com

Salute

Roma, X Municipio. Giuliana Di Pillo ringrazia gli elettori del M5s

Share
decisiva al ballottaggio

Dall'altra parte, con la meloniana Monica Picca, che di certo ha usato toni più gentili verso di lui, non è che si possa parlare di idillio, ma di certo traspare una maggiore consuetudine, o semplicemente una conoscenza più radicata che con la raggiana Di Pillo. Anche perché lo stesso Marsella - che parla dei suoi rapporti e del sostegno ricevuto dal clan mafioso Spada come di "attacchi a orologeria" - ha spiegato al Corriere della Sera che "se gran parte delle preferenze che loro hanno perso (M5S, nda) è andata a noi, vorrà dire qualcosa".

D'altra parte, anche una frazione dei seimila voti ottenuti, basterebbe a spostare l'ago della bilancia dalla parte di M5S o del centrodestra, (distanziati da circa duemila voti) che si contenderanno tra due settimane la presidenza di un territorio che sconta due anni di commissariamento, dopo l'arresto dell'ex-presidente e l'esplosione di Mafia Capitale. Rispetto al giugno 2016, Fratelli d'Italia ha perso una manciata di voti (da 9,99% a 9,68% di ieri) ma tutta la coalizione è passata dal 16,87% al 26,61%.

Ma guai a parlare di trattativa o di gioco al rialzo, perché Marsella tiene a precisare che Casapound "non farà accordi, non farà apparentamenti e non chiederà poltrone con due forze che hanno clamorosamente fallito la prova del governo".

Riscuote consensi il consorzio "cattocomunista" guidato dal sacerdote Franco De Donno di Laboratorio Civico X che arriva all'8,4%. Può esultare, infatti, Casapound con Luca Marsella (sostenuto da Cittadini per il Municipio X e Assotutela) che si attesta poco sotto alla percentuale assegnata dai sondaggisti: il 9,08%. Un dato di fatto inquietante che interroga tutti oltre il ballottaggio del 19 novembre, in vista del quale queste emergenze meritano di essere affrontate a livello nazionale e non come un caso locale da minimizzare. Due giovani che fanno coppia anche nella vita privata. Sono 5944 i voti incassati con punte del 20% in alcune sezioni dei quartieri popolari. "Guardiamo con interesse ai loro elettori per questo ballottaggio".

M5S, persi quasi 20mila voti in un anno e mezzo.

Nonostante l'interpretazione del voto dei pentastellati, l'effetto Raggi c'è e si sente. Tra i fondatori Roberto Fiore, artefice in seguito di Forza Nuova, Giuseppe Dimitri, coinvolto nelle trame della destra eversiva, e Gabriele Adinolfi, pensatore di riferimento della destra radicale, di cui fa parte il gruppo politico denotato dal nome del celebre poeta statunitense, Ezra Pound, che decise di venire in Italia nel 1924 per sostenere, fino alla fine, il regime fascista.

Share