laprovinciadelsulcis.com

Salute

Basket: la Sidigas si arrende solo all'overtime. A Brindisi è partita spettacolo

Share
Coach Sandro Dell'Agnello: “Fatto un grandissimo passo. La squadra è innegabile che sta crescendo”

Sacripanti a fine partita ha comunque rivolto i suoi complimenti a Brindisi per la buona gara disputata: il Palapentassuglia era un campo molto caldo e la partita in generale è stata emotivamente molto forte. Noi siamo partiti molto leggeri ma poi siamo riusciti ad entrare nel match. Gli ultimi istanti però hanno visto Brindisi protagonista di una rimonta improvvisa, che ha portato al risultato di 47-43 alla sirena dell'intervallo. Durand Scott aveva infilato 18 punti; Samardo Samuels aveva contribuito con una solida prestazione da 17 punti e 7 rimbalzi, mentre Nic Moore aveva smazzato 7 assist.

Happy Casa Brindisi-Sidigas Avellino: 92-88 d.t.s. Con la conseguenza che la rasentata perfezione dell'ultimo quarto, prima del supplementare, può risultare vana se non accompagnata dalla costanza nell'arco dell'intera gara. Quando si perde così c'è molto da recriminare. Di fatto, almeno stando alla ricostruzione dell'ex Brindisi, Donnadieu direbbe ai media che Moore è infortunato come pretesto per non dargli minuti; rebus di difficile risoluzione, forse però i tifosi pugliesi potrebbero sperare in una rescissione del contratto con tanto di ritorno al PalaPentassuglia. Quasi un testa-coda: avvio terribile per la Happy Casa Brindisi, che non ha ancora vinto una partita e si trova dunque sul fondo della classifica. Primi due punti per Brindisi che piega i lupi nell'overtime. Ora, a quota zero c'è solo Reggio Emilia. "Se fossimo stati più fortunati con i liberi di Filloy, saremmo tornati sul +3 e avremmo speso un fallo". Male Anthony Barber: 3 punti con 1/5 al tiro in 16 minuti. Abbiamo avuto il solito periodo buio in cui abbiamo avuto un parziale negativo però c'è stata la volontà da parte di tutti di girare una partita che ad un certo punto nessuno sembrava volesse prendere. C'è chi ha giocato meglio, chi ha giocato peggio.

Il canestro allo scadere del tempo regolamentare di Milenko Tepic manda in visibilio il pubblico di casa, affossando i sogni della Sidigas Avellino ormai a un passo dalla vittoria esterna.

Terzo ko esterno della stagione, secondo in campionato per la Sidigas.

Share