Sport

Allan: "Napoli è uno spettacolo,il merito è di Sarri"

Share
Napoli Allan ci crede “Ci siamo per lo scudetto. Nazionale? Merito la convocazione”

Allan, centrocampista del Napoli, ha rilasciato un'intervista pubblicata dall'edizione odierna del Corriere dello Sport. Il ruolo lo interpreto a modo mio: lealtà, animosità ma senza dosi di perfidia, basti vedere il numero di cartellini gialli che ho preso. Qual è il mio ruolo?

Sarri? "Con Guardiola è tra i più bravi al mondo, dico di più: tra i primi cinque allenatori in circolazione". Se sto giocando di più ultimamente è legato alla condizione fisica del momento. C'è un torace che si apre al destino, petto in fuori direzione 2018: 20 maggio e 14 giugno, finisce un campionato, inizia un Mondiale, continua una Storia. "Questa è una partita che non può consentire distrazioni, agli inglesi penseremo dopo". L'Olimpico aiuterà a capire un paio di cose e chi vincerà uscirà dallo stadio con maggior consapevolezza delle proprie forze.

Sulla Roma: "Forse loro rischiano di più o forse noi: le gare non si possono prevedere, ma noi stiamo bene, pur riconoscendo il grande valore dell'avversario". Sarà un match bellissimo”.

"Scudetto? La Juve ha vinto per sei anni, è favorita". Lo è ancora la Juventus, ma noi ci siamo avvicinati, così come la Roma. Il Milan ha speso tanto ed è tra le favorite, anche lInter ha investito. Ma c'è qualcuno che, a inizio anno, l'ha inserito nella lotta scudetto. Noi siamo gli stessi dell'anno scorso e ciò vuol dire tanto: per esempio che c'è la fiducia cieca in questi uomini ed in questo progetto e noi siamo grati per questa stima.

Convocazione al mondiale? "Il Napoli mi ha trascinato nell'elite del calcio, penso di aver raggiunto un livello tale che posso avere la legittima aspirazione alla convocazione". E forse la merito anche.

Share