Salute

Terremoto, il commissario straordinario a Foligno: "Accelerare sulla ricostruzione leggera"

Share
LaPresse  Fabio Cimaglia

Ma anche misure sulla fiscalità "che però annuncerà il presidente del Consiglio", più nuove regole per le casette private e le case mobili sistemate nelle pertinenze delle abitazioni.

Non mancano le polemiche dopo l'intervista rilasciata al Messaggero dal nuovo commissario straordinario per la ricostruzione Paola De Micheli.

"Il provvedimento prevede due possibilità", spiega. La seconda opzione "riguarda le strutture fisse per le quali è possibile chiedere una regolarizzazione rinunciando alla casette e al contributo per la ricostruzione. Non è una sanatoria, ma una riapertura dei tempi che già erano previsti nei testi di legge".

"Ci vorrà tempo per ricostruire - ha ricordato il commissario De Micheli - ma se definiamo priorità e obiettivi strategici per rilanciare le aree colpite e fare tornare i marchigiani nei propri territori nei primi 2/3 anni rispondiamo alle esigenze fondamentali della popolazione". Il Comune verificherà i criteri. Le macerie degli edifici pubblici sono state quasi tutte rimosse, mentre per quelle dei privati siamo al lavoro, sulla base delle richieste, per avviare la rimozione.

"L'altra novità del provvedimento - ha concluso - riguarda l'assegnazione dei lavori per sistemare edifici pubblici danneggiati o distrutti. Trasparenza e velocità possono viaggiare insieme e le procedure sono garantite dai controlli dell'Anac".

Share