Sport

Napoli, Mertens: "Maradona ha fatto la storia, io sono solo Dries"

Share
Napoli, Mertens:

7 goal in altrettante giornate di campionato, 2 in Champions League: Dries Mertens si sta confermando sui numeri dello scorso anno quando, dopo l'infortunio di Milik, divenne punta centrale per poi siglare ben 28 reti in Serie A, una in meno rispetto al capocannoniere Dzeko. Il belga continua a stupire e i paragoni con i grandi del passato si sprecano, ma Mertens resta con "i piedi per terra" e quasi rifiuta il confronto con nomi come quello di Maradona: "è una leggenda - dice al giornale Guerin Sportivo - Si possono fare paragoni con le reti, non con i giocatori".

" Mi fa piacere il paragone con Maradona, ma ho tanto rispetto per lui: Diego è una leggenda, ha fatto la storia del calcio, il mio è un altro livello". Io sono solo Dries, resto con i piedi per terra ed aiuto la squadra. Amo il mare, il clima, amo tutto. Adoro uscire e conoscere gente nuova”.

Ad accorgersi di queste strepitose prestazioni sono stati anche i grandi club europei che in estate erano decisi a strappare il fenomeno al club di Aurelio De Laurentiis: il legame alla città e la sensazione positiva da parte di tutto l'ambiente napoletano mai come quest'anno sicuro dei propri mezzi in merito alla conquista del tricolore, hanno tenuto Ciro Mertens - come ribattezzato dai suoi tifosi - all'ombra del Vesuvio per un'ulteriore stagione. E' chiaro che non si potranno vincere tutte le partite, ma la mentalità deve sempre essere quella vincente. Nainggolan fa la differenza”. Quando venivo schierato da esterno offensivo ricevevo consensi anche solo per un assist.

Share