Esteri

Milano di scena a Mosca, Pianigiani: "Possiamo fare meglio"

Share
37357075790_851b8c2006_o

L'Olimpia debutta in Eurolega con una trasferta proibitiva: Milano, targata per motivi di sponsor AX Armani Exchange, è partita questa mattina alla volta di Mosca dove domani (ore 19) affronterà la corazzata Cska. Se lo sapremo fare allora possiamo toglierci delle soddisfazioni. Sarà il momento del rientro sul campo di Mantas Kalnietis e Kaleb Tarczewski, del ritorno a Mosca di Vladimir Micov che al CSKA ha giocato 2 stagioni dal 2012 al 2014, mentre è rimasto a casa Davide Pascolo a completare il lavoro di rieducazione al ginocchio e uno dei 13 giocatori partiti rimarrà in tribuna, con la possibilità che sia capitan Cinciarini, uscito malconcio ad un dito dalla gara con Varese. Oltre all'arrivo dell'ex CT della Nazionale sulla panchina, ci sono tanti volti nuovi in campo, a partire da Jordan Theodore ed Andrew Goudelock, che hanno fatto vedere ottime cose, mostrandosi già come leader della squadra.

" Parte un'EuroLeague straordinaria, al suo secondo anno con un format nuovo, e tutti hanno desiderio ed eccitazione di giocare una competizione che ormai è un vero campionato ed esprime il più alto livello al mondo dopo la Nba". Sappiamo che l'inizio ci obbliga a giocare contro tre delle migliori squadre al mondo fuori dalla NBA. "Il desiderio è fare il meglio possibile, lottare su ogni pallone, essere duri mentalmente per dimostrare qualcosa a noi stessi prima che agli altri".

Quando l'Olimpia vinse la sua prima Coppa dei Campioni a Bologna nel 1966, battendo lo Slavia Praga, in semifinale sempre a Bologna fu il CSKA ad arrendersi alla squadra diretta da Cesare Rubini per 68-57 con 20 punti di Bill Bradley e 15 di Massimo Masini.

Parte dalla Megasport Arena di Mosca il viaggio continentale dei biancorossi che hanno subito un calendario difficilissimo, affrontando nelle prime tre giornate altrettante formazioni che nel maggio passato hanno giocato la Final Four.

Share