laprovinciadelsulcis.com

Affari

Pensioni, cumulo gratuito: c'è la circolare dell'Inps

Share
Calcolo errato della pensione? L'Inps deve risarcire

La pensione dei professionisti che hanno contributi in gestioni diverse può essere integrata al trattamento minimo?strong>.

La nuova circolare Inps sul cumulo affronta anche un altro importante problema, cioè che cosa fare quando la cassa professionale e l'Inps prevedono requisiti per la pensione diversi: a questo proposito, è stata trovata una soluzione che consiste in una sorta di anticipo pensionistico erogato dall'Inps fino alla maturazione di tutti i requisiti per la pensione. Il cumulo gratuito consentirà, quindi, di accedere al pensionamento secondo i requisiti Inps.

Facciamo allora un breve punto della situazione, dalle disposizioni fondamentali contenute nella Legge di bilancio 2017 e nella Finanziaria 2013 [1] agli ultimi chiarimenti, per capire come funzionerà il cumulo gratuito per i professionisti. Non si deve, comunque, effettuare il ricalcolo contributivo della prestazione, ma ogni cassa effettua il calcolo della pensione con le proprie regole, considerando, però, l'anzianità contributiva complessiva.

Inoltre, il cumulo gratuito potrà essere richiesto sia per la pensione di vecchiaia e sia per la pensione anticipata.

In realtà, il cumulo è stato introdotto con la legge di bilancio per il 2017, ma, sino ad ora, ha trovato un forte ostacolo per la sua attuazione nella circostanza che diverse Casse di previdenza prevedono dei requisiti per il pensionamento differenti rispetto a quelli previsti dall'Inps con conseguente rischio di compromettere i propri bilanci (ai quali è richiesta la sostenibilità a 30 anni) derivante dalla necessità di pagare alcuni assegni anticipatamente. Il Presidente dell'Inps, Tito Boeri ha segnalato le carenze della norma, che non indica il comportamento da tenere in caso di requisiti anagrafici diversi.

Il cumulo gratuito è una procedura molto utile per ottenere i requisiti per il diritto alla pensione di vecchiaia e nei confronti dei liberi professionisti. Sarà possibile così ai lavoratori di utilizzare da subito il cumulo per il diritto alla pensione, ma, appunto, con un pagamento differenziato. In questo modo, l'assegno corrisposto dall'Inps sarà tecnicamente un anticipo della pensione, perché in caso contrario avrebbero dovuto essere riconosciute anche le integrazioni e le maggiorazioni sociali, determinando un appesantimento dei conti. Per prima partirà l'Inps mentre la Cassa professionale pagherà la pensione di sua competenza al raggiungimento dei relativi requisiti.

Con la nuova decisione dei Ministero del Lavoro, il cumulo gratuito potrà essere utilizzato anche per maturare l'età per la pensione anticipata, fermo restando le attuali direttive previste dalla Legge Fornero.

Share