laprovinciadelsulcis.com

Scienza

Utenti Chrome in pericolo per una versione fake di Adblock

Share
Utenti Chrome in pericolo per una versione fake di Adblock

Un clone fraudolento della famosa estensione AdBlock Plus è stato inserito all'interno del Web Store ufficiale di Google Chrome fino ad oggi, registrando oltre 30.000 download. A lanciare l'allarme è stato l'account Twitter @SwiftOnSecurity, che ha notato un'estensione falsa del noto servizio per bloccare la pubblicità sui siti.

Sono circa 37.000 gli utenti che sarebbero cascati nella trappola, ma ciò che desta preoccupazione è il fatto che spammer e cybercriminali siano riusciti a falsificare il nome di un'applicazione molto popolare, per pubblicarne una versione infetta sul Chrome Web Store ed ingannare migliaia di utenti.

Questi impostori continuano a superare il processo di verifica di Google e a finire nell'elenco dello Store, dove gli utenti più distratti potrebbero non controllare chi è lo sviluppatore di ciascuna estensione installata.

Sembrava Adblock Plus, ma era un 'fake' e le oltre 30mila persone che hanno scaricato la finta estensione Chrome ora non conoscono ancora le conseguenze di questo errore. I creatori dell'estensione fake AdBlock Plus hanno realizzato il tutto ispirandosi alla versione originale, quella di adblockplus.org che vanta più di 10 milioni di utenti in tutto il mondo. Quest'ultima è stata rimossa, ma non è ancora chiaro se e quali virus contenesse, quali dati possa aver acquisito dai dispositivi su cui è stata scaricata e quanto possa essere stata dannosa.

Non è la prima volta che Google si ritrova ad avere a che fare con estensioni Chrome dannose. Pensiamo all'attacco phishing che all'inizio dell'anno ha colpito Google stesso quando una web app di terze parti chiamata Google Documents ha ingannato gli utenti spingendoli a dare l'autorizzazione per accedere alla loro rubrica e a Gmail.

Share