laprovinciadelsulcis.com

Sport

Formula 1: Hamilton trionfa in Giappone

Share
Formula 1 in Giappone pole di Hamilton Vettel partirà secondo   
                       
                
         Oggi alle 09:26

Lewis Hamilton festeggia la sua vittoria con la gioia e la fiducia di chi sa di avere il mondiale in mano con la bellezza di 59 punti vantaggio sullo sfortunato tedesco. Daniel Ricciardo Aus/Red Bull-Renault +9.679; 4. Valtteri Bottas (Mercedes) *grid penalty 8. Il prossimo appuntamento della Formula 1 sarà con il Gran Premio di di Austin Stati Uniti, in programma per 22 ottobre 2017.

Lewis Hamilton trionfa nel GP del Giappone mentre la Ferrari resta a guardare e si allontana ormai in maniera definitiva dal sogno mondiale. Dopo aver perso quattro posizioni nel corso del primo giro per un duello rusticano alla Spoon con la Renault di Nico Hulkenberg, Kimi Raikkonen - nel primo stint di gara - ha mostrato un buon passo, riuscendo ad arrivare fino alla sesta posizione occupata dalla Force India di Esteban Ocon.

Una Red Bull in crescita nell'analisi di Max Verstappen: "Siamo riusciti a mantenere il gap entro i tre secondi, e questo anche su suggerimento del team per evitare di stressare eccessivamente gli pneumatici e sfruttarli al meglio sul finale di gara".

LE PAGELLE Detto questo, diamo i voti a piloti e scuderie che hanno gareggiato nel 16esimo round stagionale, ospitato sul circuito di Suzuka, in Giappone.

Da quando la Red Bull è progredita corre gare mostruose. Per quanto riguarda la lotta per il Mondiale, ha aggiunto: "Potevo solo sognare di avere un vantaggio simile".

"Il resto della gara è stato un pochino noioso e solitario per me". E sul quattro indicato sul podio spegne sul nascere ogni possibile equivoco e puntualizza: "No, francamente ancora non ho pensato nulla di tutto ciò, stavo semplicemente mostrando l'anello al pubblico".

Quella di oggi per Hamilton è una giornata che entrerà nella storia. Non avevamo potenza già dal giro di formazione così come in partenza e nei primi giri. Come spiegherà il team principal Arrivabene, la rottura di una candela di accensione ha causato il ritiro del pilota.

Peggio di così non poteva andare per la Ferrari. "No, da corse; nel 2009 Vettel ha avuto lo stesso problema in Bahrain, ed era con un altro team". Ovviamente questo complica le cose ancora di più. Ma Vettel dovrà guardarsi soprattutto dalle due Red Bull, che in partenza vanno spesso forte. A testimonianza di ciò un curioso documento della FIA che attesta il cambio di una candela sulla monoposto di Lewis Hamilton poco prima della gara. Quindi andremo avanti fino alla fine. "Sì, non ci vuole un genio in matematica per capirlo". Tra due settimane potrebbe già presentare l'opera: la sua Mercedes d'oro mondiale. L'altra Ferrari di Raikkonen è ottava: il finlandese decimo in griglia si fa sfilare, poi rimonta.

Share