laprovinciadelsulcis.com

Affari

Netflix aumenta le tariffe negli Usa (e tra poco anche in Italia)

Share
Netflix

Giusto poche ore fa è circolata la notizia riguardante l'aumento dei prezzi di alcuni dei piani di Netflix per gli Stati Uniti.

Netflix ha chiuso la seduta di giovedì in vetta al Nasdaq (e anche all'S&P 500) dopo avere comunicato un nuovo aumento delle tariffe d'abbonamento ai suoi servizi di streaming di film e show televisivi. Sono arrivate conferme in tal senso per UK, Olanda, Germania e Francia, che lasciano chiaramente pensare lo stesso destino toccherà anche al nostro mercato (l'annuncio potrebbe arrivare a breve).

Scatta l'aumento di prezzo per Netflix, e questa volta l'aumento, globale, tocca anche l'Italia.

Il basic, ovvero quello che permette di godersi Netflix su un solo schermo alla volta in definizione Standard, rimarrà a 7,99€.

Netflix si starebbe preparando ad aumentare i prezzi degli abbonamenti Standard e Premium.

Le tariffe per vedere i contenuti in HD e in 4K passeranno in pratica dagli attuali 9.99 e 11.99 euro a 10.99 e 13.99 euro, con un incremento medio del 10-15%. Resterà invariato a 7,99 dollari invece l'abbonamento base.

La società californiana sembra anche essere intervenuta in prima persona per fornire la giusta motivazione all'aumento del prezzo Netflix, che, probabilmente, coinvolgerà presto anche l'Italia, affermando che, qualche volta, i costi possono subire dei ritocchi, al fine di arricchire l'offerta corrente di nuovi contenuti esclusivi, funzionalità inedite ed un miglioramento generale dell'esperienza utente. Netflix è sempre più attiva su questo fronte, come testimoniato dagli investimenti stanziati per il prossimo anno.

Si tratta di un sacrificio necessario per alimentare la macchina delle produzioni originali, ha commentato Ted Sarandos, responsabile worldwide dei contenuti. Al momento non sappiamo se gli aumenti verranno prossimamente applicati anche agli utenti italiani (l'eventualità non ci appare comunque così remota).

Share