laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Sospensione "regionarie", Cancelleri: "Sono e resto candidato"

Share
Sospensione

Un'esclusione che il diretto interessato aveva interpretato come un espediente e senza reale motivazione. Giulivi si era rifiutato di firmare un documento che gli era stato sottoposto dal M5S e dallo "staff". "Il giudice ha individuato esattamente le irregolarita' che hanno portato all'esclusione della candidatura di Giulivi, ovvero l'asserita pendenza di un procedimento disciplinare per un fatto che a nostro avviso non solo non costituisce illecito disciplinare ma che non e' neanche previsto dall'attuale statuto come causa di esclusione della candidatura". "Dal momento che ho 'sfortunatamente' un lavoro, non ho potuto né leggere, né recarmi in via Scrofani entro le ore 20".

Giulivi ribadisce di credere "fortemente nei principi della trasparenza e dell'orizzontalità che sono alla base del Movimento 5 stelle ed è in nome di tali principi che ho sempre agito". In ogni caso, la decisione del Tribunale al momento è solo interlocutoria. Questo è il movimento, la piazza, le manifestazioni e se potete darci una mano per organizzare vi ringraziamo e vi ringrazio. L'avvocato di Giulivi è Lorenzo Borrè, lo stesso che ha intentato già diverse cause contro il M5S, l'ultima delle quali per la candidata genovese Marika Cassimantis.

Cancelleri, invece, attacca il rettore Micari, candidato per il centrosinistra.

Luigi Di Maio incassa la critica di alcuni deputati del Movimento 5 Stelle. Prima delle elezioni politiche vogliamo far conoscere agli italiani tutti i nostri candidati ministri, non faremo votare M5S a scatola chiusa. Lo scrive su Facebook Luigi Di Maio (M5s), postando una foto in macchina con Cancelleri. "Puntiamo ad avere il 40 percento in parlamento e quindi la fiducia ce la dovranno votare per forza" ha premesso il deputato, che ha aggiunto: "ai nostri sindaci dico di resistere, che tra pochi mesi non subiranno più tagli, arriveremo noi e daremo loro le risorse necessarie per amministrare".

"La Sicilia non deve essere usata come trampolino di lancio per le elezioni nazionali, ma liberata da quei partiti che prima l'hanno distrutta e che adesso si stanno mettendo tutti quanti insieme per battere il M5S".

Sono arrivate intanto anche le prime reazioni degli altri esponenti politici circa l'intervento del Tribunale di Palermo. I grillini non hanno ancora comunicato formalmente se e in che modo l'esito delle "regionarie" sarà confermato.

Per il leader Beppe Grillo: "Il tribunale ha semplicemente accolto il ricorso di un iscritto che vuole essere in lista e, come misura cautelare, ha sospeso le Regionarie". Le "regionarie" sono le primarie online del M5S per la selezione dei candidati alle elezioni regionali siciliane, che si terranno il prossimo 5 novembre.

Share