laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Mazara. Il peschereccio Anna Madre sequestrato e condotto a Sfax

Share
Peschereccio Mazara del Vallo sequestrato da tunisini

Tanta paura nella notte nel Canale di Sicilia dove, nelle acque internazionali a sud di Lampedusa, un peschereccio siciliano è stato assalito e sequestrato da una motovedetta tunisina formata da 5 militari armati. A bordo del peschereccio sono saliti cinque militari tunisini armati. L'imbarcazione adesso è diretta verso il porto di Sfax. Gli uomini hanno prima rinchiuso il comandante, Giacomo Giacalone, in una cabina.

Secondo i tunisini il peschereccio si trovava in acque tunisine mentre l'armatore Giampiero Giacalone dice che era in acque internazionali. A dare la notizia è stato uno degli armatori dell'imbarcazione che appartiene alla societa' 'Pesca giovane srl'. Dalle notizie in nostro possesso sono intervenuti sia la nave della Marina militare italiana che si trovava a una quindicina di miglia dal nostro natante sia un elicottero sempre della Marina.

Per l'armatore quello che è accaduto: "E' un fatto anomalo, che stiamo valutando. Al momento attendiamo di avere notizie dalle fonti diplomatiche interessate". "A bordo il nostro peschereccio non ha pesce fresco, ma soltanto congelato".

Share