laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Maltempo. Famiglia e un bambino morti per allagamento della casa

Share
Roberto Ramacciotti nel 2012

L'unica tratta in salvo, alla fine, è stata la piccola Camilla: se non fosse stato per nonno Roberto, oggi non ci sarebbe più nemmeno lei.

Il Consorzio Mc Multicons esprime le più sentite condoglianze alla famiglia Ramacciotti, per la scomparsa di Roberto, del figlio Simone, della nuora Glenda e del nipotino Filippo, a causa della terribile ondata di maltempo che ha colpito Livorno.

Una settima vittima viene collegata al nubifragio, ma in realtà un uomo è morto sull'Aurelia in un frontale tra due auto avvenuto nella notte. Erano tutti concordi quando si trattava di parlare della famiglia Ramacciotti: "Sono loro la rappresentazione della famiglia serena". La situazione è più critica nei quartieri di Collinaia e Ardenza e Montenero, per l'esondazione di alcuni dei torrenti cittadini e il fango che ha invaso gli scantinati delle case. Non è riuscita a dire altro Paola Risi, moglie di Roberto, quando ha telefonato ai soci del marito per dare la notizia. L'acqua era già a trenta centimetri dal soffitto e in pochi secondi è salita ancora. Roberto era nella compagnia dal 1975 mentre suo figlio Simone si era laureato in Economia e commercio a Pisa. L'unica a salvarsi è stata la sorellina di tre anni, Camilla. Non molti anni fa aveva dichiarato alla sua famiglia: "Tra due anni vado in pensione e mi dedico a moglie, figli e nipote". Il livello dell'acqua saliva rapidamente. Un abbraccio alla moglie di Roberto, Paola, e alla piccola Camilla.

Dice il sindaco della vicina Empoli, Brenda Barnini, la città dove Roberto Ramacciotti insieme al figlio gestiva l'agenzia assicurativa: "Roberto e Simone erano due punti di riferimento nella vita professionale e pubblica non solo delle assicurazioni Generali ma di tutta la nostra comunità". Così avrebbe potuto dedicarsi completamente ai suoi due nipotini. Oltre a essere un assicuratore stimato, era un grande sportivo e ogni weekend usciva in bicicletta.

Share