laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Ubriaco e al cellulare tampona e uccide 31enne avvocato in Mini

Share
20170812_165447_E755ABC5

In più la patente era già stata ritirata per guida in stato di ebbrezza e gli era stata restituita da poco tempo.

L'impatto ha completamente distrutto la parte posteriore della Mini d'epoca del 31enne, non lasciando scampo al conducente.

Tragico incidente venerdì mattina in periferia nella zona sud est di Milano. Sulla persona che ha provocato il sinistro mortale, un uomo di nazionalità peruviana, pesa l'aggravante di guida in stato di ebbrezza grave (1,5 il tasso rilevato).

Al peruviano la questura di Milano aveva ritirato la patente.

Ubriaco e distratto al volante dal suo cellulare un peruviano 34 anni a volante di una Van ha travolto un'auto, una Mini d'epoca, ferma al semaforo.

L'avvocato ucciso dalle gravi ferite riportate si chiamava Luca Adrea Latella ed era residente a Milano, era fermo al semaforo in attesa di superare l'incrocio.

L'incidente è avvenuto ieri, ma il pm dopo averne accertato l'esatta dinamica ha disposto oggi per l'uomo la custodia cautelare in carcere. Il pm di Milano Sara Arduini ha chiesto la convalida dell'arresto e la custodia cautelare in carcere. Sul posto del terribile schianto sono arrivati i soccorritori del 118 che hanno cercato, senza successo, di rianimare il giovane. Il conducente del van è un peruviano di 34 anni, che dopo essere stato portato all'ospedale Niguarda è stato trasferito in carcere.

Share