laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Il white power sfila in Virginia

Share
Usa, scontri a raduno di estrema destra: dichiarato stato d'emergenza. Lady Trump: «Nulla di buono viene dall'odio»

Dopo la marcia sono scoppiati scontri tra manifestanti e militanti anti-razzisti, tanto da spingere la polizia a dichiarare la protesta fuorilegge, ordinando alla folla di disperdersi. "La polizia di Charlotteville e la polizia dello Stato della Virginia sono sul luogo di un incidente con tre veicoli", recita un comunicato delle autorità, citato dal giornale locale, in cui si parla di "ferite multiple" e si invita il pubblico a sgomberare l'area per facilitare i soccorsi. Al grido di slogan nazisti e di 'white lives matter', la marcia dei suprematisti bianchi è stata accolta con sdegno dalle autorità locali. Si vedono corpi di persone volare sui tettucci delle altre macchine. "E' stato volontario, l'ha fatto apposta a fare la marcia indietro", accusa un testimone, sostenendo che una decina di persone potrebbero essere ferite. Il governatore della Virginia ha messo in allerta la Guardia Nazionale nel caso la situazione peggiorasse e ha proclamato lo stato di emergenza."Dobbiamo essere tutti uniti contro l'odio".

Un'automobile si è schiantata sulla folla a Charlottesville, in Virginia, durante la manifestazione "Unire la destra" dei suprematisti bianchi e ci sono feriti. Non c'è posto per questo genere di violenze in America. Anche il presidente Donald Trump, dopo la moglie Melania, è intervenuto per condannare le violenze. In un secondo tweet ha espreso "tristezza" per gli avvenimenti a Charlottesville.

Share