laprovinciadelsulcis.com

Sport

Di Francesco alla sua Roma: "Meno fioretto e più concretezza"

Share
Di Francesco:

Poi nel secondo tempo loro hanno trovato i due gol, mentre noi, pur avendo occasioni, siamo stati un pò troppo precipitosi e siamo andati troppo di fioretto in alcune situazioni. "È normale non essere al top in questa fase dell'estate - il commento di Di Francesco - Durante la partita spesso ci siamo un po' allungati".

"So che può interpretare questo ruolo, lo sto allenando da esterno e si vede". È duttile e lo sta dimostrando, tornando al discorso difensivo credo che ci siano squadre come la Juventus che difendono sottopalla, una squadra che vuole diventare grande deve lavorare sulle due fasi. "Manca ancora un po' ma sono contento". Stiamo costruendo, un po' di tempo ci vuole. "Il Siviglia deve fare i preliminari e la sua preparazione è scuramente più veloce della nostra", ha ricordato.

"Sulla difesa penso che sia sbagliato continuare a parlare di titolari". Tranne i primi 15' abbiamo tenuto bene il campo. Sono contento di come ha giocato Manolas, valuteremo più avanti. Di Nainggolan mi è piaciuta l'abnegazione, è cresciuto alla distanza, è stato decisivo in tutte le situazioni di gioco. Non faccio percentuali, manca ancora tanto, ma non posso valutare solo sul risultato, la squadra ha creato tanto, cercheremo di sbagliare meno. "Il suo ruolo cambia poco perchè nel corso della partita diventa anche trequartista, sta ritrovando la voglia di correre all'indietro, Radja deve fare entrambe le fasi, si sta mettendo a disposizione". "Fazio è entrato bene, Moreno aveva giocato poco, volevo dargli più minuti, accadrà anche a Vigo per dare minuti a tutti".

Share