laprovinciadelsulcis.com

Salute

Siccità, rischio nuove restrizioni in Toscana

Share
Siccità dopo l'allarme di Publiacqua il 'freno' di Regione e Lamma

Ma l'appello all'uso corretto dell'acqua si fa più forte, mentre i gestori sono chiamati a intensificare le riparazioni delle perdite.

Ieri si è riunita la Cabina di regia della Regione Toscana: le maggiori criticità si registrano soprattutto nella Toscana centromeridionale ed in quella costiera. Val di Cecina, Lunigiana, Garfagnana e l'isola d'Elba.

Le situazioni più difficili, dove è in atto un razionamento prevalentemente nelle ore notturne, riguardano in parte Volterra, Pomarance, Collesalvetti (zona Colognole), Monteverdi e Suvereto per un totale di poco meno di 6000 utenze.

A settembre per le aree della Toscana centrale servite dagli acquedotti minori ci sarà il rischio, a causa della siccità, di misure di razionamento dell'acqua.

Un dato che verrà comunque monitorato ogni settimana così da affinarlo in funzione dell'evoluzione meteoclimatica, per ridurre al minimo il disagio dei cittadini.

"Le temperature, ben al di sopra della norma fino al 9 agosto - spiega il Lamma - si riporteranno in media a partire dal 10 e rimarranno tali almeno fino al 14-15 del mese". Ad oggi stanno funzionando a pieno regime le ricariche dei serbatoi acquedostici con autobotti.

Share