laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Schulz attacca la Merkel: "attentato alla democrazia"

Share
20170625_142748_C61FE7EA

Anche la Germania potrebbe aprire alle unioni tra individui dello stesso sesso.

Martin Schulz, che al momento tutti i sondaggi danno perdente di fronte ad Angela Merkel, pronuncerà il suo discorso programmatico attorno alle 11 di stamattina: è attesa la promessa di una riduzione delle tasse per gli strati più poveri e medi della popolazione e un aumento della pressione fisacale per i più ricchi. Merkel ha espresso più volte le sue riserve sull'eventualità di legalizzare i matrimoni gay, nonostante in Germania dal 2001 esista già una legge che garantisce le unioni civili: il problema per la CDU sarebbe estendere alle coppie gay la possibilità di adottare dei bambini. La stessa Merkel non era mai sembrata troppo propensa ad avallare le nozze gay. Che non mancheranno di certo.

Dortmund, 25 giu. (askanews) - Il leader socialdemocratico tedesco Martin Schulz ha attaccato con virulenza la cancelliera cristianodemocratica Angela Merkel, che ha accusato di "arroganza". "Quando un partito dice che non vuole parlare di certi temi - ha detto riferendosi alle pensioni - e non vuole menzionarli durante la campagna elettorale, si tratta di arroganza del potere, nient'altro". I Socialdemocratici, i Verdi e il Partito Democratico Libero - tutti potenziali alleati della CDU nella nuova coalizione di governo che si dovrà formare a settembre dopo le elezioni - hanno detto che un accordo sui matrimoni gay è una condizione imprescindibile per iniziare a discutere con la CDU.

La Cancelliera ha voluto metterla su un piano a dir poco 'sarcastico'. Schulz ha lasciato i suoi incarichi in Europa per mettersi alla guida del partito e sfidare il dominio di Merkel.

Share